La Ricerca

ricerca (sml)Complessivamente l’approccio scientifico seguito all’EBRI è di capire come l’espressione di geni e proteine coordini l’attività elettrica dei circuiti nella corteccia nervosa, responsabili di memoria e apprendimento, a livello molecolare e cellulare.
La strategia adottata per raggiungere gli obiettivi scientifici di lungo termine è sviluppare nuove tecnologie integrando, in una prospettiva di systems biology, i vari livelli gerarchici in cui il cervello è organizzato, dalle molecole al comportamento.
L’EBRI realizza questi obiettivi attraverso un approccio multidisciplinare, in cui scienziati di diversa formazione collaborano con l’utilizzo di metodologie di biologia molecolare e cellulare, genetica, biofisica, bioinformatica, genomica e proteomica, elettrofisiologia e nanotecnologia, allo scopo di:

  • capire le basi molecolari di malattie neurodegenerative di estrema rilevanza economica e sociale, come l´Alzheimer.
  • studiare il ruolo del fattore di Crescita Nervoso (Nerve Growth Factor, NGF) nelle patologie neurodegenerative e nella rigenerazione nervosa
  • sfruttare questi risultati per sviluppare nuove strategie terapeutiche per le malattie neurodegenerative
  • studiare l’importanza degli eventi molecolari coinvolti nella plasticità sinaptica per memoria e apprendimento, in sistemi sperimentali ben definiti
  • costruire interfacce cervello-macchina funzionanti e capaci di apprendimento e adattamento.